512

La Battaglia delle Egadi

Rivive in 3D a Favignana













 
La Battaglia delle Egadi è un progetto della Soprintendenza per i Beni Culturali ed Ambientali di Trapani, finanziato nell’ambito del P.O. FESR 2007/2013, in collaborazione con la Soprintendenza del Mare e il Comune di Favignana- Isole Egadi.
L’esposizione museale, realizzata da ETT S.p.A. si snoda in due ambienti: una sala espositiva di approfondimento scientifico, e un ambiente immersivo, la sala cinema 3D.

L’esposizione museale propone oggetti accompagnati da filmati che ne approfondiscono la storia, le caratteristiche, le funzioni e le tecniche produttive. I preziosi reperti ospitati all’interno dell’ex Stabilimento Florio, un tempo il più grande opificio del Mediterraneo (32 mila metri quadrati) per la lavorazione e conservazione del tonno, oggi polo culturale dove si svolgono convegni e mostre, sono stati ritrovati grazie a ricerche archeologiche subacquee effettuate con moderne tecnologie iniziate più di dieci anni fa e che sono legate al nome dell’archeologo Sebastiano Tusa.
Scoperte straordinarie che hanno permesso di localizzare esattamente il sito, le acque al largo di Capo Grosso (Levanzo), in cui si combatté la più grande battaglia in mare per numero di partecipanti, circa 200 mila, tra Romani, guidati da Gaio Lutazio Catulo, e Cartaginesi, capeggiati da Annone, e che sancì la supremazia di Roma su Cartagine. Sono tornati alla luce autentici frammenti di storia antica: undici rostri di antiche navi da guerra, otto elmi bronzei, alcune anfore e reperti di uso comune.

Nel secondo ambiente, la sala cinema, grandi proiezioni a parete fanno rivivere le emozioni della battaglia attraverso una sceneggiatura multimediale in cui i protagonisti si avvicendano in una serrata narrazione della dinamica degli eventi: ampie citazioni di autori classici e moderni avvicineranno il visitatore alle tematiche del conflitto e del periodo attraverso la testimonianza degli osservatori e commentatori antichi e moderni.
La narrazione dell’intera battaglia è stata suddivisa in momenti narrativi differenti seppur perfettamente sincronizzati: una proiezione su parete centrale di 12 metri di lunghezza, 4 su nicchie laterali e una su pavimento. Sullo schermo centrale appaiono filmati ricostruiti in computer grafica attinenti il luogo e gli eventi salienti della battaglia, sulle nicchie laterali più vicine allo schermo centrale, invece, appaiono di volta in volta i protagonisti della Battaglia, Lutazio Catulo e Annone, mentre nelle altre due testi aggiuntivi, in blocchi successivi in sincronizzazione con gli eventi narrati. Sulla mappa a pavimento appaiono in maniera grafica dettagli sulla vicenda. Il video è stato realizzato in modo tale da coniugare gli aspetti storici e ricostruttivi e quelli emozionali e coinvolgenti, soprattutto grazie a due registri specifici: la narrazione personale degli ammiragli, protagonisti e testimoni, e la computer graphic, capace di portare il visitatore dentro la battaglia.